22 Ottobre 2019
[]
percorso: Home

Sviluppi

Sviluppi
“ Sviluppi”
Uno degli obbiettivi del nostro concorso è quello di avvicinare chi scrive per il teatro con chi il teatro lo fa . Piano piano stiamo raggiungendo buoni risultati e queste note, dei registi delle compagnie che nel tempo hanno messo in scena alcuni dei testi partecipanti , lo dimostrano …..

“ Il volo dell’Albatros”
“ Il nostro primo contatto l'abbiamo avuto telefonicamente, perché una volta chiaritami la messa in scena l'ho chiamata per condividere con lei i miei pensieri e le mie idee. Devo dire che fin da subito è nata una grande intesa, il testo era molto bello e ci ha fatto aprire ad un nuovo modo di fare teatro, portando il sociale sul palco.
Dopo la presentazione abbiamo deciso di mettere in scena lo spettacolo integrale e l'abbiamo portato in giro per due anni! Nell'ultimo anno una delle ragazze ha avuto una gravidanza ed Angela ci ha modificato il testo adattandolo alla sua nuova situazione.
Dalla nostra conoscenza ho letto altre cose sue, con l'idea di portarle in scena, tra cui “Acqua in bocca” (di cui abbiamo iniziato la preparazione, ma che momentaneamente è congelato, per problemi interni),”Transazioni” e “Sulla soglia.”
Alessandra Bareschino, Regista Compagnia “L’Anello”

Autrice : Angela Villa

“ Vettorina nel paese dei pezzi di ricambio”
Circa i rapporti intrattenuti con l'Autrice posso solo dirti che fin dall'inizio sono stati eccellenti. Con Francesca siamo ancora in stretto contatto ed è stata più volte ospite a casa nostra. Se non fosse per i problemi economici, che certamente ti immagini, anche grazie all'interessamento di Francesca avremmo potuto portare Vettorina prima a Bologna e poi in Sardegna e, francamente, ci rode parecchio vedere sprechi di denaro per incompetenza di tante Amministrazioni pubbliche quando con molto meno potrebbe essere valorizzato il teatro amatoriale serio, di cui Vettorina è solo una infinitesima parte perchè in giro c'è parecchio, ma parecchio davvero, teatro molto valido che si sta perdendo.
Fabrizio Meini , Regista “ Hystrio Teatro"

Autrice : Francesca Falchi

"Love rental - "Lo squalo"

Con Michele De Vito, abbiamo avuto rapporti all'inizio per scambiarci idee sulla messa in scena. L'autore è sempre stato cordiale e disponibile lasciandoci liberi sul taglio da dare alla rappresentazione.
Con Eugenio Sideri è nato un rapporto di stima che continua ancora oggi. Ci teniamo in contatto, regolarmente anche con l'obiettivo di rappresentare Lo Squalo a Ravenna.
Luisiana Tognarini: regista della compagnia Krios da www.ravennatoday.it di martedì 23 aprile 2019
La tragedia della Mecnavi a teatro: debutta lo spettacolo di Eugenio Sideri

La tragedia della Mecnavi a teatro: debutta lo spettacolo di Eugenio Sideri
A mettere in scena la pièce sarà la compagnia Krios Teatro: la regia è di Luisiana Tognarini, sul palco Marco Zazzeri

Lo SqualoDebutta il 24 aprile a Buti, in provincia di Pisa (Teatro Francesco di Bartolo, ore 21.15), lo spettacolo "Lo squalo" di Eugenio Sideri, con il quale l'autore porta in scena, fra l'altro, la tragedia della Mecnavi. A mettere in scena la pièce sarà la compagnia Krios Teatro: la regia è di Luisiana Tognarini, sul palco Marco Zazzeri. Il testo di Sideri si è classificato 2° al concorso nazionale di drammaturgia "In punta di penna", ed è stato fra i venti finalisti del prestigioso "Premio Platea" per la nuova drammaturgia.

TRAMA - L'atto unico vede protagonista un uomo di mezz'età costretto a reinventarsi a causa della crisi del lavoro. Nel suo monologo riflette a voce alta sulla precarietà dell'esistenza, sullo sgretolarsi del valore del lavoro, sulla perdita dei punti di riferimento. Sullo sfondo, l'ansia che lo attanaglia da decenni e lo condanna all'insonnia. Un'ansia sulla quale poi si alza il velo: sono passati trent'anni da quando, per un caso fortuito, scampò al disastro dell'Elisabetta Montanari, al porto di Ravenna, dove allora lavorava. Il crescendo del suo monologo trova il suo climax quando ripercorre i momenti drammatici dell'incendio all'interno della nave, e della morte atroce alla quale andarono in contro i suoi compagni di lavoro.

Questa la motivazione della Giuria del Premio: "Atto unico scritto con maturità e raffinatezza espressiva, "Lo squalo" ha come sola voce quella di un uomo di mezz'età costretto a reinventarsi a causa della presente crisi del lavoro. La scrittura solida e delicata al tempo stesso, con inserti dialettali e significativi interventi autorali di carattere registico, rende il monologo assai credibile, lasciando emergere gradualmente dolorose memorie e impressioni del protagonista".“

“LO SQUALO” va in trasferta
Lo spettacolo “ Lo squalo” viene rappresentato sabato 13 luglio al circolo Arci Dock 61 a Ravenna, città di origine del suo autore, Eugenio Sideri. La compagnia Krios va quindi in trasferta con uno spettacolo che tante soddisfazioni sta portando loro; altri testi da “In punta di penna” sono diventati spettacoli del loro cartellone a dimostrazione di come gli organizzatori del premio avessero ragione nel sostenere che in Italia ci sono tanti autori che hanno buoni testi che aspettano solo l'occasione di essere conosciuti.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]